I 3 luoghi della Costiera Amalfitana che puoi visitare solo in barca

Scoprire la Costiera Amalfitana in barca è sicuramente un’ottima idea in quanto si tratta di un paesaggio marino ricco di particolari elementi che vi darà la possibilità di scovare alcuni punti di vista unici di questo territorio. Non è un caso che sono sempre di più coloro che si trovano in vacanza in Costiera Amalfitana e decidono di partire all’avventura proprio in barca. Vi sono alcuni luoghi che si possono infatti, visitare soltanto via mare, ma che vale assolutamente la pena vedere. Oltre a tutte le calette nascoste che potete trovare negli svariati chilometri di Costa della Costiera Amalfitana, sicuramente però ci sono alcuni simboli per eccellenza, naturalistici ma non solo, che renderanno unica la vostra vacanza nella Divina se decidete di prendere una barca. Scopriamo insieme quali sono i luoghi assolutamente da non perdere che si possono visitare solo in barca in Costiera Amalfitana.

1 – Le grotte

Uno di alcuni dei posti che si possono vedere solo in barca in Costiera Amalfitana sono le grotte di Praiano. In particolare, parliamo di un territorio che si estende nel cosiddetto borgo della Cala della Gavitella. Infatti, questa zona si raggiunge dalla frazione di Vettica Maggiore a piedi, però oltre alla spiaggia che si può raggiungere anche facilmente, chi vuole scoprire davvero la bellezza di questa zona non può sicuramente perdersi le grotte. Parliamo della grotta dell’Africana e la grotta di Suppraiano.

Grotte di Praiano

Nello specifico, la grotta di Suppraiano è una cavità che si può visitare con delle escursioni in barca e apre le porte a dei luoghi magici e nascosti. La grotta di Suppraiano si raggiunge da marina di Praiano con dei tour guidati e si può ammirare la natura in tutto il suo splendore tra giochi di luci, colori e riflessi creati dall’acqua e delle stalattiti. Affascinante anche la grotta dell’Africana. È uno spettacolare antro che si trova in una roccia a picco sul mare. Nella grotta dell’Africana sorge una delle più importanti discoteche della zona. Da quest’area, il paesaggio renderà la vostra vacanza via mare davvero particolare.

Grotta di Pandora

Un’altra grotta assolutamente da non perdere per coloro che vogliono scoprire la Costiera Amalfitana in barca è la grotta di Pandora. Questa grotta si trova a Maiori e apre le porte a uno scenario davvero unico nel suo genere. Infatti la grotta di Pandora ha un soffitto roccioso e ricco di stalagmiti e stalattiti. È una delle grotte più grandi della Costiera.

Grotta dello Smeraldo

Non ultima, vi è la più famosa grotta dello smeraldo che è stata scoperta nel 1932 e che si chiama in questo modo per le tonalità di verde che assume l’acqua per via della luce solare che filtra all’interno di questa cavità. È alta circa 24 metri e si estende per 40 metri quadrati. È assolutamente da non perdere ed è un luogo magico!

2 – Isola de li Galli

Se volete scoprire tutta la bellezza di questo territorio, sicuramente l’isola de Li Galli non può mancare come tappa per un tour in barca in Costiera Amalfitana. Questo luogo permette di riposare anima e mente, viene chiamata anche le Sirenuse. È un piccolo arcipelago che secondo la leggenda era abitato dalle sirene che riuscivano ad ammaliare i marinai di passaggio. Vi è anche un riferimento nell’Odissea, quando si parla del viaggio di Ulisse e dei suoi fedeli compagni. Questo è uno dei pochi luoghi del Mediterraneo ed essere completamente vergine. Scoperto degli anni 20 del secolo scorso era ricoperto ancora da alcune rovine romane. Oggi può essere anche visitato e talvolta, si può pensare di organizzare qui delle cene esclusive, oppure delle feste private. In realtà, però, raggiunge l’isola in barca per vedere la sua bellezza sicuramente è il modo migliore per assaporare la sua vera essenza. Partendo dalla Costiera Amalfitana in barca, si possono raggiungere facilmente anche l’isola di Capri o quella di Procida. Entrambe rappresentano sicuramente un itinerario turistico importantissimo per la Regione Campania, il golfo di Napoli o di Salerno.

3 – Baia del cavallo morto

Nei pressi di Maiori si trovano via mare tantissime calette che vale assolutamente la pena scoprire. Una su tutte è la baia del cavallo morto. È una piccola spiaggia rocciosa che si raggiunge solo con la barca ed è racchiusa in una specchiera naturale. Secondo le leggende, a metà dell’Ottocento in questa zona venivano gettati dal dirupo le carcasse dei cavalli. Invece, un’altra tradizione racconta che una notte di tempesta una mulattiera piena di cavalli perse il suo carico che precipitò in mare i suoi resti furono trovati sulla riva. È per questo che si chiama in questo modo. Insomma, è davvero molto particolare, bella ma è solo una delle tantissime calette che si possono scovare via mare per chi decide di girare la Costiera Amalfitana in barca.

 

 

Leggi Anche

La Charta Bambagina di Amalfi

La carta di Amalfi, nota anche come Charta Bambagina,...

Napoli, Pescare Show: passione, sport e sostenibilità

Da venerdì 1 a domenica 3 marzo, Napoli sarà per...

Trekking in Costiera Amalfitana, sospesi tra cielo e mare

Il trekking in Costiera Amalfitana offre un'esperienza unica per...

Sant’Agnello, torna l’appuntamento con il Mercato della Terra

Domenica 25 Febbraio torna l’appuntamento con il Mercato della...

Conca dei Marini e il Carnevale delle janare

A Conca dei Marini, bellissimo borgo di marinai della...