Cosa fare e vedere a Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, oltre alle bellezze paesaggistiche, offre una moltitudine di monumenti e luoghi d’interesse.

Monumenti di Piano di Sorrento

  • Basilica di San Michele Arcangelo – La facciata è caratterizzata da un portale cinquecentesco sul quale campeggia un affresco raffigurante San Michele che scaccia Satana. Il primitivo campanile (XVI secolo) fu danneggiato dal terremoto del 1688; l’attuale fu ricostruito nel 1726. All’interno diverse tele di Francesco Solimena e di Paolo de Matteis. Il presbiterio è delimitato da una pregevole balaustra in marmi policromi su cui poggiano quattro angeli in marmo, attribuiti alla scuola di Gian Lorenzo Bernini.

 

  • Chiesa della SS. Trinità – Negli anni 1955-57 la faccia fu rivestita completamente di travertino ed è dominata dal mosaico della Santissima Trinità. Una torre campanaria quadrata in cui è posto l’orologio e un lavamani di marmo bianco degli inizi del Cinquecento sono alcuni degli elementi che arricchiscono la chiesa. Anche in essa vi sono opere di Paolo de Metteis.

 

  • Chiesa di S. Maria di Galatea – La facciata barocca a stucco bianco su fondo giallo presenta stemmi di Papa Leone XIII, del cardinale Borromeo e dell’arcivescovo di Sorrento Leopoldo Ruggiero. Sempre sulla facciata vi è l’icona della vergine Assunta risalente al 1888 con la scritta Assunta est Maria.

 

  • Chiesa di San Giuseppe e di Santa Teresa – È la chiesa del Convento dei Carmelitani. E’ posta alla fine di una pittoresca scalinata che parte da Corso Italia, è in stile neoclassico con reminiscenze barocche;

 

  • Chiesa della Misericordia – È la chiesa del Convento delle Suore Agostiniane. Alle pareti vi sono poste le caratteristiche grate bianche, attraverso le quali le suore di clausura seguivano i riti.

 

  • Castello Colonna – Costruito nel 1872 dal conte Eduardo Colonna Doria Del Carretto del Paliano. Il palazzo è strutturato come un castello medievale. Oggi ospita  mini appartamenti privati, un ristorante e uno stabilimento balneare.

 

  • Villa Fondi De Sangro – Costruita nel 1840 dal Principe di Fondi don Giovanni Andrea De Sangro, con ampio parco a picco sul mare. Ricostruita dopo il terremoto del 1980, oggi è una struttura polifunzionale.

 

  • Villa Lauro – Costruita sul finire del XVIII secolo da Antonino Lauro, è considerata una delle migliori espressioni di architettura neoclassica della Campania. Oggi è sede di una società di navigazione.

 

  • Palazzo Mastellone detto palazzo del Vescovo perché il suo fondatore divenne vescovo di Sant’Angelo dei Lombardi.

 

  • Villa Maresca Sopramare – Costruita nel XVIII secolo dalla famiglia Maresca di Serracapriola.

Paesaggi Naturalistici

Piano di Sorrento è una città ricca di vegetazione e offre quindi la possibilità di fare diverse escursioni:

La Selva di Santa Caterina è accessibile da Casa Nocillo (via Lavinola), mentre boschetti di faggi e querce si trovano sia sul Monte Vico Alvano (643 metri), che in località Scaricatoio, di fronte a Li Galli.

Tutto quello che c’è da sapere per il turista a Piano di Sorrento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *