Ricerca
Aggiungi elenco
  • Nessun segnalibro.

La tua lista dei desideri: Elenchi 0

Registrati

I 3 eventi tradizionali più famosi di Amalfi

Rispetto alle altre città della Divina, Amalfi è sicuramente quella più ricca di storia e tradizioni anche essendo una delle località più grandi di tutta la Costiera Amalfitana. Infatti, la Costa d’Amalfi un po’ si caratterizza per eventi folkloristici e tradizionali. Non è un caso che si parla spesso delle cosiddette tradizioni millenarie di questo fantastico borgo. A cavallo tra religione e folklore, gli eventi che scandiscono l’anno in Costiera Amalfitana sono numerosi. Nello specifico, ve ne sono tre molto particolari che vale assolutamente la pena vedere. Vediamo quali sono.

1 – La festa di Sant’Andrea ad Amalfi

Tra gli eventi imperdibili e tradizionali della storia di Amalfi vi è la festa di Sant’Andrea. Infatti, cade il 29 novembre. In questo momento, si festeggia il Santo Patrono che è uno degli eventi più amati di tutta la città. In realtà, la festa si protrae anche il 27 di giugno quando i festeggiamenti lasciano il posto delle vere e proprie tradizioni popolari. In primis, vi sono i festeggiamenti che si tengono a fine novembre, a cui partecipa tutta la popolazione. In questo periodo è quando c’è il cosiddetto “miracolo di Sant’Andrea”.

Miracolo di Sant’Andrea

Molto simile al miracolo della liquefazione del sangue di San Gennaro, in pratica, si va a osservare la tomba dove è conservato il corpo del Santo e si trova nella cripta del Duomo. Se viene fuori una sostanza oleosa miracolosa, ovvero “La Manna”, allora vuol dire che il Santo sta benedicendo l’intera comunità. Diversamente invece, vuol dire che il Santo è in collera e quindi potrà accadere qualcosa di grave. Inoltre, la festa si tiene anche a fine giugno perché secondo quanto narra la leggenda, Sant’Andrea salvò la città dall’attacco del pirata Barbarossa avvenuto proprio il 27 del giugno 1544. Il Santo scatenò una tempesta nel porto di Amalfi in modo tale che non si impossessasse della città. Per questo in quella data si festeggia la festa di Sant’Andrea e la statua viene portata in giro per la città. In particolare, vi è la corsa verso il Duomo dove i pescatori fanno di corsa la scalinata lunghissima che porta verso la Chiesa. Inoltre, sempre in quella data i pescatori portano del pesce in dono al Santo.

2 – Regata storica delle antiche Repubbliche Marinare ad Amalfi

Ogni anno, si tiene la storica gara in costumi tradizionali in una delle città delle antiche repubbliche marinare, ovvero Amalfi. Ebbene, questa regata storica è sicuramente un evento tradizionale che rappresenta un po’ il cuore, la cultura e la storia della città. Ad Amalfi si tiene il corteo storico, che richiama le tradizioni che partivano dal XI secolo. All’interno della regata, oltre alla tipica manifestazione marina, ci sono anche tantissimi eventi collaterali che si tengono in costume.

Il corteo e la manifestazione

Nel corteo storico sfilano il duca, i cavalieri con lo spadone, i militari e i rappresentanti della magistratura dell’epoca. È davvero da non perdere. L’ultima volta che si è tenuta la regata ad Amalfi è stato nel 2016 e ora l’evento si terrà nuovamente tra qualche anno. Nella regata che si tiene tra le repubbliche di Venezia, Genova, Pisa e la stessa Amalfi, il borgo costiero si è classificato al primo posto per ben 12 volte. La manifestazione cittadina ha avuto inizio dall’idea di un cittadino Pisano, Mirro Chiaverini che nel 1940 la ideò o poi diede il via a questo evento dal 1955. Da allora fu costituito l’Ente regate che continua ancora oggi ad avere un suo peso caratteristico.

3 – La Settimana Santa ad Amalfi

Così come avviene un po’ in tutte le città della Costiera Amalfitana, durante la Settimana Santa, si tengono numerose Via Crucis e processioni liturgiche nel centro cittadino amalfitano. In particolare, la sera del venerdì Santo nel centro urbano di Amalfi vi è la “processione dei battenti” dedicata al Cristo morto. In questo evento tradizionale e religioso, gli uomini incappucciati che appartengono a varie congregazioni religiose della città seguono la statua dell’Addolorata e del Cristo morto con una serie di canti e lamenti suggestivi. L’intera città è al buio e con la sola luce delle candele, con una processione molto suggestiva e caratteristica che richiama un momento triste della tradizione Cristiana. Insomma, si tratta di un importante appuntamento che potrebbe rappresentare un po’ quelle che sono le tipicità di questo territorio.

Altri eventi tipici di Amalfi

Tra gli altri eventi tradizionali più famosi ad Amalfi, vi sono anche la festa di Sant’Antonio, dove la statua del Santo in processione dal convento di San Francesco viene imbarcata e, passando per Atrani, arriva fino al porto di Amalfi. Poi, assolutamente da non perdere anche la “Sagra del limone” della Costiera, il Natale con l’allestimento tipico dei presepi. Per la sua natura altamente turistica poi gli eventi che si organizzano ad Amalfi sono numerosi tutto l’anno!

 

 

Post precedente
Le 10 spiagge più belle della Costiera Amalfitana
Post successivo
Trekking in Costiera Sorrentina, i 10 sentieri più belli

Aggiungi un commento

Devi essere loggato per inserire un commento.
it_ITItalian