Ricerca
Aggiungi elenco
  • Nessun segnalibro.

La tua lista dei desideri: Elenchi 0

Registrati

I 10 monumenti simbolo della Costiera Amalfitana

Non solo mare e tradizioni, la Costiera Amalfitana è un crocevia di storie e di culture differenti che hanno attraversato questo territorio strategicamente incastonato in una delle regioni di tutta Italia più conquistate negli anni: la Campania. Infatti, ci sono 10 monumenti che rappresentano le basi artistiche e la storia della Costiera Amalfitana. Vediamo quali sono e perché vale la pena visitarli.

1 – Duomo di Amalfi

Il Duomo di Amalfi dedicato a Sant’Andrea apostolo, rappresenta uno dei momenti chiave della Costiera Amalfitana. Edificato nel IX secolo, è un monumento molto particolare con la sua facciata in stile barocco romanica. Ad oggi, è stato oggetto di numerosi interventi architettonici ma di fatto, mantiene sempre le sue forme arabo normanne. Oltre a essere scenario di numerosi eventi religiosi e folcloristici, rappresenta un patrimonio storico, artistico e architettonico senza pari.

2 – Chiesa di San Giovanni Battista a Vietri sul mare

La chiesa di San Giovanni Battista che si trova nella città di Vietri sul mare è stata costruita nel XVII secolo. Realizzata completamente in stile tardo rinascimentale napoletano, ha una navata unica ed è ricca di inserti in marmo e di maiolicati. Inoltre, al suo interno si trovano le tele del XVII e XVIII secolo. Una delle particolarità di queste chiese è che sorge in maniera imponente direttamente nel centro cittadino ed è ben visibile da varie aree della Costiera grazie alla sua cupola realizzata nel tipico stile delle ceramiche vietresi.

3 – Chiesa di Santa Maria del Bando ad Atrani

Circondata da una rigogliosa vegetazione, la chiesa di Santa Maria del Bando ad Atrani, è una struttura molto particolare, semplice e candida. Colorata completamente in bianco, da decine di anni mantiene la sua forma originale. Si trova su una scogliera a picco sul mare ed è circondata dalla vegetazione. Si chiama in questo modo perché secondo la leggenda la Madonna concesse la grazia a un condannato all’impiccagione che in realtà era innocente e quindi, da allora ha mantenuto il suo nome.

4 – Abbazia di Santa Maria De Olearia a Maiori

L’abbazia di Santa Maria De Olearia a Maiori, è stata fondata 1973 dai monaci benedettini. Parliamo di una chiesa che caratterizza l’animo stesso di Maiori, incastonata nella roccia. All’interno i monaci vi crearono anche un frantoio e si trovano tre cappelle sovrapposte, tutte affrescate. È molto bella da vedere, infatti nasconde anche la cosiddetta “cappella delle catacombe” che rappresenta un esempio artistico della Costiera Amalfitana unico al mondo.

5 – Villa Romana di Minori

Una delle ville più belle della Costiera Amalfitana è quella che risale al I secolo dopo Cristo. Stiamo parlando della villa romana di Minori, un bellissimo esempio di sito archeologico del territorio. Questa villa mantiene ancora intatta quella che è la struttura di epoca romana. Al suo interno è possibile visitare l’antiquarium, le sale di rappresentanza, il viridarium oppure il triportico. Inoltre ha i resti di una bellissima sala del teatro, un triclinio ninfeo e un ampio settore termale.

6 – Duomo di San Lorenzo a Ravello

Il Duomo di San Lorenzo a Ravello è stato fondato nel XII secolo, nello specifico nella seconda metà. In età barocca fu completamente rifatto: infatti, oggi è possibile ammirare la sua bellissima facciata. Il Duomo rappresenta uno dei monumenti più importanti della Costiera Amalfitana. All’interno si trovano numerosi stucchi dove sono riprese le scene di vita di San Lorenzo. La sua facciata, semplice e bella, dona eleganza a tutta l’area circostante.

7 – Duomo di San Pantaleone a Ravello

Il Duomo di San Pantaleone a Ravello è quello che si trova nella piazza principale della città. È sede vescovile della diocesi di Ravello e risale al XIII secolo. Realizzato in stile romanico e barocco, questo Duomo ospita anche due musei ovvero il museo dell’Opera e la Pinacoteca d’arte medievale e moderna. Tra le sue bellezze uniche da un punto di vista artistico vi è l’Antica Porta Bronzea.

8 – Chiesa di San Gennaro a Vettica

La chiesa di San Gennaro a Vettica è molto scenografica e fu edificata nel 1589. Nata sui resti di una vecchia chiesetta, presenta una cupola completamente maiolicata ed è composta da tre navate. È sicuramente scenografica in quanto è ricca di incisioni realizzate anche con le tipiche maioliche della zona e con le ceramiche della Costiera Amalfitana.

9 – Le cartiere di Amalfi

Amalfi fu molto nota, non solo come una Repubblica Marinara, ma anche per la produzione della carta. Infatti, nella Valle dei Mulini a partire dal XIII secolo, nacquero tante cartiere. Fino al 1700 hanno lavorato attivamente. Per questo, chi arriva ad Amalfi non può certamente perdersi una visita nel museo della carta e scoprire quel che resta delle antiche cartiere.

10 – Chiesa di Santa Maria Assunta a Positano

La chiesa di Santa Maria Assunta a Positano, è uno degli elementi simbolo della Costiera Amalfitana. Infatti, la sua cupola maiolicata è ben visibile da varie parti della Costiera. Dedicata a Santa Maria Assunta, risale molto probabilmente al X secolo. Oggi giorno è possibile vederla nel suo attuale aspetto che è di stile barocco. Presenta tre navate e all’interno si trova l’icona bizantina della Madonna Nera con il bambino, un coro ligneo e numerosi dipinti.

 

LEGGI ANCHE: COSA VEDERE IN COSTIERA AMALFITANA IN 7 GIORNI

Post precedente
I 10 sentieri di trekking più belli della Penisola Amalfitana
Post successivo
Belvedere Principessa di Piemonte, un angolo di paradiso

Aggiungi un commento

Devi essere loggato per inserire un commento.
it_ITItalian