I 3 borghi da visitare della Penisola Sorrentina

La Penisola Sorrentina è molto particolare perché caratterizzata da borghi e da piccole cittadine molto belle. Tutte arroccate sul mare, le città della Penisola Sorrentina valgono tutte la pena di essere visitate. Ve ne sono alcune molto particolari talvolta, addirittura in grado di fare la differenza proprio perché sono luoghi caratteristici legati alle tradizioni. Poi sono ricchi di monumenti e di bellezze davvero senza tempo. Per scegliere i migliori borghi in Penisola Sorrentina da visitare, la cosa migliore è informarsi su quali sono le bellezze storiche e architettoniche, tradizionali di questi posti. Successivamente potete scegliere quello che è più adatto alle vostre esigenze. Vediamo insieme secondo gli appassionati e i vacanzieri, quali sono i borghi più belli della Penisola Sorrentina e quando è il momento più opportuno per visitarli.

I migliori borghi della Penisola Sorrentina

È molto difficile fare una classifica dei borghi più belli della Penisola Sorrentina. Ciò che è certo è che si troverà sicuramente quello che più vi piacerà in base ai vostri gusti personali o le preferenze legate alla stagione della visita. Scopriamo insieme i 3 borghi più particolari di tutto il territorio della Penisola Sorrentina.

1 – Vico Equense

Uno dei borghi più belli della Penisola Sorrentina è Vico Equense. Vico Equense infatti, si caratterizza per essere un paesino completamente a picco sul mare. Si trova a due passi da Sorrento, ed è il borgo più esteso della Penisola Sorrentina ed è anche una delle mete più belle della Costiera. Offre un intreccio unico tra il blu del mare e i Monti Lattari, inoltre offre un paesaggio su un centro storico che si trova proprio su un costone di roccia. Dominato dalla chiesa della Santa Maria Annunziata che si affaccia al mare, una delle più belle del Mondo, questo borgo è ricco di tradizioni, storia, cultura ed eccellenze eno gastronomiche. A Vico Equense poi, si trovano anche le spiagge di Marina di Aequa o la spiaggia di Tordigliano che si affaccia sugli isolotti de Li Galli. Inoltre, è qui che si trovano le famosissime terme di Scrajo, già apprezzate ai tempi degli Antichi Romani. Per gli amanti della movida poi a Vico Equense, in particolare a Marina di Aequa, località Seiano si trovano anche tantissime attrazioni per i più giovani. Invece, chi ama la storia non può perdere una visita all’Antiquarium Silio Italico. Si tratta di un museo ospitato nel palazzo del Municipio che custodisce almeno 200 reperti delle antiche civiltà di questi posti.

2 – Nerano

Come abbiamo più volte accennato, il borgo di Nerano è forse uno più belli di tutta la Penisola Sorrentina e in generale, di tutta la Campania. Ricco di tradizioni, ma anche tanta quiete, offre una cucina genuina ai suoi visitatori. Nerano ha anche una posizione strategica: si trova sulla punta estrema della Penisola. Si può raggiungere in auto da Sorrento o da Napoli oppure ancora più facilmente in barca. Nerano è incastonato nella cosiddetta “baia di Nerano”. È una baia con affaccio sulle acque cristalline, completamente sassosa. Vi sono tanti stabilimenti attrezzati nonché ristoranti dove assaggiare i famosissimi spaghetti alla Nerano. Per i più avventurosi vale anche la pena visitare la baia di Ieranto, un sentiero che dal centro del Paese dopo circa 4 km ti catapulterà in una baia protetta dov’è possibile vedere anche i faraglioni di Capri.

Chi ama la natura e vuole conoscere la vera tradizione della Penisola Sorrentina non può certamente non fermarsi per una visita nel bellissimo borgo di Nerano, uno dei più apprezzati dell’Area Marina protetta di Punta Campanella.

3 – Sant’Agata sui due Golfi

Chiudiamo questo piccolo excursus sui borghi più belli della Penisola Sorrentina parlando di una realtà sospesa tra mare e monti. Ci riferiamo a Sant’Agata sui due Golfi. Questo borgo, prende il suo nome dal fatto che si affaccia sui Golfi di Napoli e Salerno. Infatti, a circa 400 metri dal livello del mare si ammira il panorama sulla Penisola Sorrentina, sul Vesuvio, sulle isole flegree ovvero Ischia e Procida, nonché Capri. È davvero molto particolare, ma chi la visita non deve neanche rinunciare alla storia. Infatti, qui si trova la chiesa di Santa Maria delle Grazie che custodisce un altare risalente al 1600. In più, a Sant’Agata sui due Golfi vale la pena assaggiare i latticini tipici dei Monti Lattari.

Una guida sui borghi della Penisola Sorrentina

Chi vuole davvero scoprire la Penisola Sorrentina e imparare a conoscere il territorio, deve trovare il modo per arrivarci facilmente, scegliere un comodo alloggio e scoprire questi posti. Dunque, è consigliabile avere l’aiuto prezioso di una guida esperta. Insomma, avete bisogno del nostro aiuto e quello dei nostri esperti!

Per avere una guida dettagliata redatta da coloro che conoscono il territorio vi consigliamo di scaricare le guide presenti sul nostro sito ILoveCostiera. Da qui troverete tutti i consigli utili per fare il miglior tour possibile. In questa vacanza, guidata passo dopo passo dagli esperti del territorio, riuscirete a scoprire tutti i segreti di questa fantastica terra a cavallo tra il golfo di Napoli e quello di Salerno, che racchiude ancora i sapori e i saperi dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina.

 

 

 

Leggi Anche