Le Ferriere di Amalfi, un luogo unico al mondo. Da dove partire?

Le Ferriere di Amalfi, anche conosciute come “Valle delle Ferriere” o “Vallone delle Ferriere,” è un’area naturalistica situata nella Costiera Amalfitana. Questa zona è famosa per la sua bellezza paesaggistica, la sua ricca flora e fauna, nonché per le antiche strutture industriali legate all’estrazione del ferro e alla produzione di carta.

Nel corso dei secoli, l’area delle Ferriere di Amalfi è stata sfruttata per le sue risorse naturali. In passato, la presenza di corsi d’acqua e di boschi ricchi di vegetazione ha favorito lo sviluppo di attività industriali come la produzione di ferro e la lavorazione della carta. Le cascate e i ruscelli presenti in questa valle hanno alimentato mulini, segherie e fucine.

Oggi, le Ferriere di Amalfi sono una meta popolare per escursionisti e amanti della natura. Ci sono diversi sentieri che conducono attraverso questa valle, permettendo ai visitatori di godere dei paesaggi mozzafiato, delle cascate e delle varie specie vegetali e animali che popolano l’area. Grazie alla vegetazione e ai corsi d’acqua l’ambiente risulta particolarmente fresco anche in piena estate.

Tra le specie vegetali degne di nota si possono trovare la rarissima felce Woodwardia radicans, la Pteris cretica, la Pteris vittata e la pianta carnivora Pinguicola hirtiflora. Non è raro avvistare anche la Salamandra pezzata, un urodelo appartenente alla famiglia Salamandrida. L’intero ecosistema rappresenta qualcosa di unico.

Un punto di riferimento notevole all’interno delle Ferriere di Amalfi è la “Cartiera Papale,” un vecchio mulino cartario costruito nel XIII secolo. Questa struttura testimonia la lunga tradizione di produzione di carta nella regione.

Valle delle Ferriere, da dove partire?

Alle Valle delle Ferriere si accede da due punti di partenza ufficiali. Quello più noto  è quello legato al borgo di Pontone, una piccola frazione di Scala, a 225 metri sul livello del mare. Si tratta del sentiero 323a che parte dalla Piazza San Giovanni di Pontone.  L’altro è quello che interessa il sentiero 325, il cosiddetto “sentiero basso” che parte dalla Piazza Flavio Gioia di Amalfi.  Le mappe sono scaricabili al sito ufficiale dei sentieri CAI dei Monti Lattari.

Leggi Anche

Faito Doc Festival: un cinema nel bosco con opere da tutto il mondo

Proiezioni ed eventi esclusivi immersi nella natura, per stimolare...

Trekking in Costiera Amalfitana e Penisola Sorrentina

La Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina offrono alcuni...

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...