Storia e cultura di Conca dei Marini

Storia e cultura, ma anche tradizione e leggende. Conca dei Marini rappresenta un po’ tutte queste anime e infatti, è uno dei posti più particolari e forse anche più caratteristici della Costiera Amalfitana. Questo Comune è il quarto più piccolo di tutta Italia per superficie. Si chiama così proprio per la sua forma a “conca” ed è stato abitato da popoli provenienti da ogni parte del Mondo a causa della sua posizione diretta, a picco sul mare. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, fu di grande aiuto alla Repubblica Marinara di Amalfi proprio per il posto in cui sorge. Non è un caso che ben presto divenne punto di riferimento per gli intrecci commerciali dell’intera Repubblica. La storia di Conca dei Marini è variegata: è stata attraversata da vari popoli e infatti, ognuno ha lasciato la sua impronta in questo pezzo di terra paradisiaca. Scopriamo cosa c’è da sapere su Conca dei Marini.

Cultura a Conca dei Marini

Conca dei Marini rappresenta un punto di riferimento anche per la cultura. Oltre a quella religiosa grazie alla presenza di diverse chiese tra cui quella della Madonna della Neve oppure quella di San Giovanni Battista, in realtà questo territorio si caratterizza anche per delle intense attività associative. Oltre a quelle della Pro loco che rendono davvero molto particolare la vita in questo piccolo Paese, vi sono numerose altre realtà associative che tengono eventi e organizzano intrattenimento popolare per grandi e piccini. A Conca dei Marini si tengono tantissimi eventi culturali legati al mondo della danza, dell’arte e della letteratura. Ciò che è certo è che quella che si sente riecheggiare sempre più forte in questo lembo di terra, è la cultura tradizionale. Conca dei Marini ancora ospita numerose feste religiose, sociali e culturali del territorio che abbracciano ancora quelle che erano le antiche usanze che già erano iniziate in epoca Romana. Dalla processione a mare fino al gusto della sfogliatella Santa Rosa che è nata proprio in questa terra, nell’Antico convento Santa Rosa. Insomma, chi visita Conca dei Marini avrà come l’impressione di trovarsi in un luogo in cui il tempo si è fermato. Una delle tradizioni più particolari che vale la pena menzionare è quella delle cosiddette “palme di Conca dei Marini”.

Le palme di Conca dei Marini

La domenica delle palme a Conca dei Marini vi è un’antica tradizione che sopravvive tutt’oggi. Infatti, le donne del territorio, così come da tradizione, realizzano delle classiche “palme”. Simbolo della fede e della pace per eccellenza, le donne di Conca dei Marini le intrecciano in maniera particolare, dalle forme più variegate. Si creano varie composizioni oppure dei cestini. Questi manufatti si utilizzavano nel corso della processione della domenica delle palme quando poi vengono benedette e conservate. Molto probabilmente la lavorazione delle palme fatta in questo modo, che è tipica di Conca dei Marini, nasce da gli intrecci che ricordano la pratica della cucitura delle reti per la pesca. Però adesso sono diventate un simbolo di pace che le famiglie della Penisola Sorrentina e della Costiera Amalfitana si scambiano tra loro in occasione della Santa Pasqua.

I miti e le leggende di Conca dei Marini

Conca dei Marini mantiene anche la sua tradizione quando si parla di leggende e di miti. Sicuramente una delle leggende più diffuse è quella delle Janare. Parliamo di donne dai poteri magici che rapivano i pescatori. È molto diffusa la leggenda per cui le janare cavalcavano la scopa si trovavano sulle barche. Secondo alcuni racconti riuscivano anche a fermare una tempesta marina. Poi, secondo altri racconti alcuni pescatori le avevano viste fermare dei piccoli cicloni. Insomma, la maggior parte delle leggende sono legate a tradizioni marinare proprio perché era l’attività principale di questo posto vista anche la sua posizione geografica e ora, questa tradizione è ancora viva, molto sentita e amata. I racconti poi su spiriti provenienti dal mare o fantasmi nelle grotte, in primis in quella dello Smeraldo, sono all’ordine del giorno. Gli abitanti del posto conoscono una leggenda per ogni turista. Questi racconti renderanno ancora più particolare una vostra visita a Conca dei Marini.

Conca dei Marini, la guida per una vacanza indimenticabile

Chi vuole scoprire Conca dei Marini e soprattutto alcune delle sue tradizioni e leggende più particolari non può certo non servirsi della guida degli esperti. C’è tanto altro da scoprire in termini folkloristici, storici, architettonici e naturalistici. Insomma, si tratta di una piccola città, piena di sorprese. Vi consigliamo perciò di scaricare la guida di ILoveCostiera che vi darà una mano a orientarvi in questo territorio. Grazie al consiglio di chi conosce e vive il territorio tutto l’anno, potete decidere dove dormire, dove mangiare e come imparare a vivere tutti gli eventi di Conca dei Marini. Potete scegliere quelli più tradizionali e non solo. Cosa aspettate? Sarà sicuramente una vacanza bellissima grazie agli esperti di ILoveCostiera che vi indicheranno cosa fare.

 

 

 

Leggi Anche

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....