Minori, perla della Costiera Amalfitana

Minori è una delle perle più suggestive della Costiera Amalfitana. Rappresenta un borgo carino, raccolto e grazioso. Questa cittadina della provincia di Salerno si trova a picco sul mare ed è dominato dal monte Mandarino. Anche conosciuto come il “Narciso della Costiera”, questo posto è protetto dalla natura. La sua location rende ancora più suggestivo questo posto: si trova tra Conca dei Marini e Capo d’Orso. È un piccolo angolo di Paradiso. Caratterizzato da un clima mite e Mediterraneo, già da Pasqua è possibile fare il bagno a Minori quando c’è un bel giorno di sole. Le acque cristalline di Minori e le sue belle spiagge, con un lungo litorale, la rendono davvero bella e caratteristica. Scopriamo insieme qual è la storia di Minori, cosa vedere in questo magico borgo e come vivere al meglio una vacanza in questa città.

La storia di Minori

Minori è una città incantevole, fondata dagli Etruschi nei primi secoli avanti Cristo. Di questo popolo antico, a Minori restano ancora le impronte. Già in epoca Romana divenne meta turistica. Infatti, veniva chiamata Rheginna Minor, in contrapposizione alla vicina Maiori. Maiori, veniva chiamata in epoca Romana, Rheginna Maior. Secondo i racconti di Pompeo Troiano, famoso storico del tempo, il toponimo della città deriva dalla parola “Valle o frattura”. Ciò perché vi è la particolare conformazione geografica di questa città che la rende un’insenatura vera e propria. Inoltre, nel corso dei secoli, la scelta di Minori come meta turistica è stata anche potenziata dalla presenza di tracce care ai religiosi. A Minori era conservato il corpo di Santa Trofimena che era martire e prima protettrice del Ducato di Amalfi. Infatti, per volontà di Papa Giovanni XV la sua chiesa fu elevata a diocesi nel 987. Nel corso dei secoli, chiaramente, l’assetto urbanistico della cittadina ha subito molti cambiamenti. Soprattutto dopo che nel 1943 ci furono i bombardamenti aerei delle forze alleate, Minori fu completamente cambiata. Il Comune però ha mantenuto la sua identità ed è ancora noto come “Narciso della Costiera”.

Cosa vedere a Minori

Chi decide di fare una vacanza in Costiera Amalfitana non può non visitare il borgo di Minori. Rappresenta un vero e proprio “Piccolo Eden”. Ci sono tantissime cose da vedere. In primo luogo, vi è la villa marittima Romana che risale al primo secolo dopo Cristo. Rappresenta un esempio di villa al mare dell’antica Roma: si tratta di una delle più conosciute e apprezzate bellezze della cittadina. Poi è uno dei monumenti più famosi antichi della Costiera Amalfitana. La maggior parte dei reperti ritrovati in questa villa sono custoditi nel museo Antiquarium. Il sito archeologico è emerso solo nel 1932 e rappresenta uno dei posti più amati della Costiera. All’interno della villa sono stati anche rinvenuti tanti dipinti e mosaici. Tra gli altri luoghi da vedere a Minori vi è: la Basilica di Santa Trofimena che è una basilica minore.

Fu eretta nel 1747 dopo che fu distrutta l’Antica cattedrale che risaliva al 987. Completamente in stile neoclassico a croce latina, questa chiesa si contraddistingue anche per la ricchezza dei suoi marmi intarsiati e policromi. Molto elegante, sovrasta la città punto nel centro di Minori. Poi si possono vedere le antiche case, le botteghe artigiane, tutto con un particolare effetto che mantiene lo spirito di un tempo.

Inoltre, a Minori ci sono diverse torri che servivano, intorno al 1500, ad avvistare eventualmente l’assalto dei Saraceni.

Cosa assaporare a Minori

Chi si reca a Minori, di certo imparerà a conoscere la tradizione culinaria di questo posto che è davvero eccellente e particolare. Basti pensare alla ricca produzione di formaggi, ma anche di pomodorini e di limoni. Il limone IGP della Costiera Amalfitana, qui trova terreno fertile per nascere e diventare spesso base per dolci come la delizia al limone oppure per gustose granite. Inoltre, vi è una famosa pasticceria proprio a ridosso del lungomare, che ha ideato una delle torte più famose del territorio che è la ricotta e pere.

Come raggiungere Minori

Si può raggiungere facilmente il piccolo centro di Minori sia con i pullman di linea urbana da Amalfi o da Salerno oppure via mare con mezzi propri. Poi, la città è collegata dalla Statale Amalfitana anche se trovare il parcheggio è una vera impresa! Consigliatissimo lo scooter in estate.

Una guida per Minori

Chi decide di visitare Minori e la Costiera Amalfitana per una vacanza di certo, non se ne pentirà. Ciò che è certo, è che bisogna scegliere il periodo giusto per una visita. In estate, ad esempio, è ideale anche per godere l’aria aperta e fare un bagno nelle acque cristalline. Invece, in inverno magari ci si può godere la tranquillità e il relax. Con la guida di ILoveCostiera avrete tutte le informazioni e le novità sugli eventi del territorio direttamente grazie ai consigli degli esperti e di chi vive la Costiera Amalfitana ogni giorno.

 

 

 

Leggi Anche

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....

Al MUDISS di Castellammare di Stabia nasce 9Artè

Al MUDISS di Castellammare di Stabia nasce 9Artè, nove...

Il fascino della musica all’Anfiteatro degli Scavi di Pompei

L'estate pompeiana vibra di note: grandi appuntamenti musicali all'Anfiteatro...

La Charta Bambagina di Amalfi

La carta di Amalfi, nota anche come Charta Bambagina,...