Le tre escursioni da non perdere in Costiera Amalfitana

Siete amanti del trekking? La Costiera Amalfitana sotto questo aspetto, ha tantissimo da offrire. Parliamo di un territorio davvero molto particolare che da sempre è un punto di riferimento irrinunciabile per coloro che amano l’escursionismo. In Costiera Amalfitana si trovano sentieri mozzafiato che sono sospesi tra montagna e mare, ripercorrono i tratti che i contadini utilizzavano per spostarsi da un punto all’altro della Divina. Tanti turisti che cercano l’adrenalina e amano l’avventura, non posso non valutare questo percorso se passano qui le proprie vacanze. I sentieri che si trovano in Costiera Amalfitana sono davvero numerosi per coloro che amano il trekking. Scopriamo insieme però quali sono i tre sentieri ed escursioni da non perdere in Costiera Amalfitana per chi ama queste attività e inoltre, quale scegliere per assaporare la vera natura del Costiera Amalfitana.

1- Il Sentiero degli Dei

Sicuramente il sentiero di trekking più famoso che vale la pena provare per chi si trova in questo territorio è il Sentiero degli Dei. Chi ama passeggiare all’aria aperta troverà nel Sentiero degli Dei tutto quello che racchiude gli elementi chiave di questo territorio. Va da Agerola a Positano: è uno dei percorsi maggiormente conosciuti perché dura circa 5 ore ed ha un dislivello di 600 metri in discesa. Ha anche un itinerario alternativo che unisce alcuni punti religiosi che vale la pena ammirare. Si trova a circa 400 metri sul livello del mare e qui è possibile visitare la chiesa di Santa Maria a Castro del XII secolo, insieme al Convento San Domenico del XVI secolo.

2 – La Valle delle Ferriere

Un altro particolare territorio che racchiude il senso della Costiera Amalfitana ed è percorso ogni giorno da migliaia di turisti è la Valle delle Ferriere. Parliamo di un sentiero molto particolare che va da Agerola ad Amalfi. Dura circa 3 ore ed ha un dislivello di 500 metri nella discesa e di 250 metri in salita. Parte da San Lazzaro ad Agerola e poi prosegue fino alla Valle dei Mulini che è attraversata dal torrente Canneto. Questo percorso si snoda in sorgenti, boschi, diverse rapide del fiume Canneto e delle piccole cascate. Prima questa zona veniva utilizzata proprio per la presenza del torrente, usata come una forza motrice per le antiche cartiere. Infatti, ad Amalfi si produceva una pregiata carta che ancora oggi è molto ricercata e viene utilizzata soprattutto per occasioni nobili. All’epoca le cartiere erano simboli della Repubblica Marinara che commerciava in tutto il Mondo conosciuto. Anche ancora oggi è possibile andare ad ammirare ad Amalfi il museo della carta che richiama proprio questa antica tradizione e illustra il modo in cui veniva lavorata la carta quando Amalfi era ancora una Repubblica marinara.

3 – Santa Maria di Castello

Per continuare questa rassegna sulle escursioni che è possibile fare in Costiera Amalfitana vale sicuramente la pena considerare l’idea di percorrere il sentiero Santa Maria del Castello. Ha una difficoltà media, dura circa un’ora e mezza. Questo percorso ha un dislivello di 200 metri circa in salita e 650 metri in discesa. Da qui si raggiunge Positano, attraversando Montepertuso che è una località pedemontana di questa zona. È una vera e propria perla, si arriva in un’Oasi naturale, ovvero il Vallone Porto. In questa zona, infatti si trovano anche i falchi Pellegrini. Non è un caso che sono sempre di più coloro che decidono di fare questo percorso che dà la possibilità di avere dei punti di vista eccezionali su Positano che è una delle perle del territorio. Insomma, sicuramente si tratta di un percorso che vi farà scoprire un aspetto unico e punti di vista indimenticabili della Costiera Amalfitana.

Escursioni da non perdere in Costiera Amalfitana

Chi si reca in Costiera Amalfitana di certo troverà nel trekking una delle attività più particolari da fare. Insomma, oltre a quelle citate vi sono sicuramente tantissime attività di trekking che piaceranno molto a coloro che sono amanti di questo tipo di attività. Dalla Valle dei Briganti fino al Monte dell’Avvocata o al Fiordo di Furore, insomma i sentieri trekking sono tantissimi. Si può anche pensare di muoversi per riuscire a raggiungere invece, via mare le isole di questa zona. In una giornata di escursione, ad esempio si può pensare di arrivare fino a l’isola de Li Galli che si trova al largo di Positano ed è composto da tanti piccoli isolotti dove, secondo la leggenda, vivevano le sirene che avevano quasi rapito i marinai e fermato il viaggio di tanti turisti. Tra storia e tradizione, insomma, di certo questo territorio vi aprirà le porte a un mondo bellissimo che è quello della Costiera Amalfitana. Grazie ai consigli degli esperti avrete l’occasione di poter trovare tutto ciò che c’è da vedere in questa zona e seguendo la guida della Costiera, avrete a portata di mano la chiave per aprire le porte del questo Paradiso, ovvero La Divina.

 

 

Leggi Anche

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....