Le 5 cose da visitare a Agerola

Agerola è da non perdere! In un piccolo Comune di poco più di 7 mila abitanti si racchiude quella che è la vera essenza della Penisola Sorrentina. È una delle città più particolari e storicamente riconosciute di questo territorio. Infatti, chi visita Agerola non può certamente perdersi le sue bellezze. Basti pensare ai grandi sentieri di trekking a cui apre le porte, ma anche a quelle che sono le sue tradizioni enogastronomiche. Vediamo quali sono però i luoghi assolutamente da non perdere per chi visita Agerola, perché questo posto è così famoso e particolare, ed inoltre, come la sua storia si intreccia con quella delle radici della Penisola Sorrentina.

1 – Il sentiero degli Dei

Chi ama la natura si innamorerà di Agerola. Infatti, il luogo per eccellenza del trekking, della natura selvaggia e della buona tavola. Ad Agerola partono diversi percorsi, alcuni più impegnativi e altri invece più facili da realizzare. Questi percorsi sfruttano anche un panorama unico sulla Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina, riescono a regalare delle emozioni suggestive. In particolare, primo tra tutti vi sono i sentieri di trekking. Il sentiero degli Dei è quello più famoso. Chiamato così proprio perché ha dei passaggi con degli scorci favolosi che danno l’impressione di trovarsi in Paradiso, questo sentiero parte da Bomerano, una frazione di Agerola. Arriva fino alla frazione di Positano, ovvero Nocelle. Parliamo di un percorso di circa 8 km di camminata tra cielo, mare e natura. Di solito risulta abbastanza faticoso, si cammina a un’altezza di circa 500 metri sul mare con degli scorci particolari, ma talvolta anche complessi. Ecco perché è consigliabile sempre andarci con delle guide esperte.

2 -Vallone delle Ferriere

In un tour ad Agerola non si può non pensare anche di visitare il Vallone delle Ferriere. Si tratta di un percorso unico che regala forti emozioni per coloro che amano la natura. Prende tale nome dai ruderi delle ferriere di origine medievale che sorgevano in questa zona. Per visitare il Vallone delle Ferriere si parte da piazza Avitabile, fino a perseguire un percorso suggestivo immerso tra boschi e costellato da ruscelli. Si cammina per circa 4 km scavalcando il monte Murillo a 850 metri dal livello del mare. Poi si attraversa il Vallone Vocito che arriva a dove vi sono le cascate e punti per avvistare la fauna del territorio. Proseguendo nella Vallata si giunge fino ad Amalfi. In questa zona si trovano i ruderi degli antichi mulini ad acqua che andavano ad alimentare le cartiere amalfitane.

3 – Il sentiero dei tre calli

Un altro percorso di trekking molto caratteristico che prende il via da Agerola è il sentiero dei tre calli. Questo percorso dura circa 4 ore e regala una scalata sul massiccio monte Tre Calli dei Monti Lattari. Ha una durata di circa 2 km e da qui, si raggiungono i 1100 metri di quota. Si possono vedere infatti, da questo percorso a 360°, tutta la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana. Inoltre, si potranno scoprire anche tanti altri sentieri che partono da questa zona, come ad esempio il sentiero dell’orrido di Pino che dura circa 5 km, il sentiero delle fonti di 5 km, il sentiero dente del gigante di 7 km, quello dell’alba di 4 km e il sentiero della Praia, lungo anch’esso 4 km.

4 – Il castello Lauritano

Un altro punto assolutamente da non perdere di Agerola è il Castello Lauritano. Parliamo di un vecchio rudere che si trova su un’alta parete rocciosa a 700 metri dal livello del mare che sovrasta tutta la Costiera Amalfitana a strapiombo sul Vallone di Santa Croce. La sua storia è tuttora avvolta in parte nel mistero. Questo luogo è davvero particolare e dal suo terrazzo si può guardare tutto il Golfo di Salerno e quello della Costiera Amalfitana. È tuttora da ristrutturare, infatti rientra tra i luoghi del cuore FAI e come già accennato, offre una vista davvero spettacolare, da non perdere!

5 – Le prelibatezze casearie

Agerola è anche famosa per i suoi formaggi, i suoi sapori enogastronomici, per il suo vino e per tutti i prodotti che si realizzano in questo posto, una su tutte sono le sue provole. Ecco perché, chi visita Agerola non può certamente non fermarsi in una delle osterie del posto oppure nelle attività casearie dove si assaggiano i sapori tradizionali di questa Terra. Infatti, è un posto molto particolare, ricco di piatti saporiti ed inoltre, è in grado di dare alla visita turistica quel tocco di sapore in più. Cosa aspettate? Scoprire Agerola anche dal punto di vista enogastronomico sarà sicuramente una piacevole scoperta. Ecco perché con questo tour anche di tipo culinario, si avrà un punto di vista privilegiato per scoprire alcuni dei sapori delle tradizioni e delle belle realtà di questo particolare territorio, fatto non solo di bellezze storiche e architettoniche, ma anche di tradizioni naturalistiche e casearie.

 

 

Leggi Anche

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....