Agerola tra storia e tradizione

Agerola è una città molto particolare ancora legata a storia e tradizioni. Rappresenta sicuramente una delle perle più particolari a cavallo tra la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana. Uno dei punti di forza della città di Agerola sta proprio nella sua posizione che riesce ad abbracciare con lo sguardo, sia il Golfo di Salerno che parte di quello dei monti verso l’area della Penisola. Agerola è come se avesse due anime. Da una parte mantiene la tradizione dei Monti Lattari ma allo stesso tempo si affaccia alla vita più frenetica e mondana della Costiera Amalfitana. Per la sua posizione panoramica, ideale per chi vuole godersi una vacanza relax, offre comunque l’occasione di abbracciare – a pochi passi – i ritmi della movida. Di sicuro, consigliamo la piccola cittadina di Agerola a chi ha bisogno di pace e tranquillità, chi vuole godersi un po’ di pieno relax a contatto con la natura. Non è un caso che ad Agerola vi sono turisti provenienti da ogni parte del Mondo, sia giovani che…meno giovani!

La storia di Agerola

Agerola sicuramente è il centro più antico di tutta la Costiera Amalfitana e Sorrentina. Ha una vocazione agricola spiccata che risale già ai tempi antichi. Secondo gli esperti, il suo nome “ager” significa proprio “campo”. Anche se secondo alcuni, invece indica il senso di luogo elevato. Questo Paese, già nell’età del ferro era abitato e in epoca Romana era pieno di ville rustiche, soprattutto, nella parte pianeggiante. Dopo l’eruzione del Vesuvio, il suolo divenne ancora più fertile tant’è che iniziò la produzione di alcuni dei prodotti tipici del territorio che rendono Agerola nota in tutta la zona, ma non solo. Viene considerata la terra DOC per eccellenza ed è un pezzo di Paradiso perché si trova a 600 metri dal livello del mare: è come se fosse una sorta di balcone sulla Costiera Amalfitana. Con i suoi sentieri particolari e una tradizione ancora ben salda, ospita parte del Sentiero degli Dei, ma anche tantissimi altri percorsi di trekking che attirano gli appassionati da ogni parte del Mondo. Per chi ama le escursioni, vi è da non perdere, ad esempio, anche la scalata del Monte Tre Calli.

Cosa vedere ad Agerola

Agerola, come accennato, è un Paese che è ancora legato a storia e tradizioni. Ne è un esempio la sua storia culinaria, agricola e produttiva, però anche quella più prettamente storica in senso architettonico. Infatti, chi si reca in questo posto non può non vedere il Castello Lauritano. Questo Castello fu fatto edificare dalla Repubblica di Amalfi per avvistare le navi saracene che arrivavano sulla Costa. Dal punto di vista privilegiato di Agerola, si rendeva ancora più pratico il suo utilizzo. Di questa costruzione ora restano solo i ruderi. La terrazza davanti al Castello però offre uno dei panorami più belli di tutta la Costiera Amalfitana e permette di vedere fino al golfo di Salerno. Chi si reca ad Agerola, poi non può non vedere la chiesa di San Matteo Apostolo edificata nel 1580 sul luogo dove sorgeva una chiesa ancora più antica. Con il suo interno a tre navate con tre absidi, vi è anche una fonte battesimale che risale al 1576. La sua bellezza è davvero senza tempo. Come già accennato, poi, per gli amanti del trekking vi sono da vedere: il Sentiero degli Dei, quello dei Limoni e quello del Monte dei Tre Calli, ma non solo. Ogni giorno vi sono tantissime associazioni che organizzano tour ed escursioni guidate per i turisti e i visitatori.

Come raggiungere Agerola

Chi vuole raggiungere Agerola in auto può prendere l’autostrada A3 Napoli Salerno con l’uscita a Castellammare di Stabia proseguendo sulla Strada Statale 366 per Agerola fino al bivio di Gragnano. In treno invece, la via più agevole è quella che ferma a Napoli e poi è servita dalla Circumvesuviana fino a Castellammare di Stabia. Da lì, vi sono i collegamenti in bus verso Agerola. L’aeroporto più vicino infine, è quello di Napoli Capodichino ma è anche possibile raggiungere Agerola dall’aeroporto Salerno Costa d’Amalfi.

 

Una guida su Agerola

Chi vuole davvero scoprire Agerola e imparare a conoscere il territorio, deve trovare il modo per arrivarci facilmente, scegliere un comodo alloggio e scoprirla. Dunque, è consigliabile avere l’aiuto prezioso di una guida esperta del territorio. Insomma, avete bisogno del nostro aiuto e quello dei nostri esperti!

Per avere una guida dettagliata redatta da coloro che conoscono il territorio vi consigliamo di scaricare le guide presenti sul nostro sito ILoveCostiera. Da qui troverete tutti i consigli utili per fare il miglior tour possibile. In questa vacanza, guidata passo dopo passo dagli esperti del territorio, riuscirete a scoprire tutti i segreti di questa fantastica terra a cavallo tra il golfo di Napoli e quello di Salerno, che racchiude ancora i sapori e i saperi dei Monti Lattari e della Penisola Sorrentina.

 

 

Leggi Anche

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....