Le 5 città meno conosciute della Penisola Sorrentina

Chiunque visiti la Penisola Sorrentina, sa bene che in realtà, bisogna andare in tutti i piccoli centri per capire qual è la vera anima di questo Paese. Ebbene, in questo tratto, che è uno di quelli migliori di tutta la Campania, sicuramente potete fare delle vacanze eccezionali visitando le principali città come Sorrento, Massa Lubrense oppure Sant’Agata sui due Golfi. Però in realtà, ci sono anche dei piccoli centri delle città meno famose della Penisola Sorrentina, che vale comunque la pena visitare, non solo perché offrono un punto di vista alternativo sulla Penisola, ma anche perché hanno degli scorci che vale davvero la pena vedere. Vediamo quali sono queste città meno famose dell Penisola e soprattutto, cosa nascondono che vale la pena di essere svelato.

Penisola Sorrentina, 5 imperdibili tappe:

1 – Meta di Sorrento

A poco più di 110 metri sul livello del mare, sorge Meta di Sorrento. Si tratta di un Comune molto piccolo, che comprende sia una zona interna che marina. Questa piccola città è bagnata dal mare per circa 800 metri. Questo Comune, al suo interno, ha diversi edifici e monumenti da visitare. In particolare, ad esempio vi è la basilica di Santa Maria del Lauro, la chiesa della Santissima Annunziata e la chiesetta di Santa Maria delle Grazie a Rivo che risale al XVI secolo. Inoltre, anche il suo centro storico è molto bello, così come le spiagge tra cui vi è la più famosa, che è quella di Marina di Alimuri.

Meta di Sorrento

2 – Piano di Sorrento

Anche Piano di Sorrento è un piccolo centro che vale assolutamente la pena visitare per chi si reca in Penisola Sorrentina. Questo Comune è dominato dal Monte Vico Alvano e rappresenta un’ottima scelta per chi vuole scoprire la vera essenza di questa parte di costa. Piano è ideale per i turisti visto che offre anche tante strutture ricettive e delle ottime spiagge. La spiaggia più famosa è quella di Marina di Cassano, nonché Caterina beach. In più, è anche possibile visitare gli edifici religiosi di questa città. Parliamo della basilica di San Michele Arcangelo che risale al 1700 circa. Poi vi è anche il primitivo campanile che risale al XVI secolo. Inoltre, vi sono la chiesa della Santissima Trinità e quella di Santa Maria di Galatea. In più, vale una menzione anche il castello Colonna costruito nel 1872 e che oggi ospita dei mini appartamenti privati, uno stabilimento balneare e un ristorante. Da non perdere, inoltre, Villa Fondi.

3 – Pimonte

Un altro piccolo centro poco conosciuto della Penisola Sorrentina è Piemonte. Delimitato dai Monti Lattari e dal Monte Pendolo, sorge a 490 metri dal livello del mare ed è un Paese di confine con l’area stabiese. Chi visita Piemonte può apprezzare le bellezze naturalistiche e soprattutto, seguire dei sentieri di trekking attraverso le mulattiere che offrono scorci paesaggistici e storici molto interessanti. Sarà possibile scoprire la bellezza del Monte Coppola, da cui si possono raggiungere la Reggia di Quisisana e i giardini del Re. Inoltre, vi è anche il Belvedere del Monte Pendolo dove vi sono i ruderi di un convento: è molto interessante da visitare.

Panorama dalla cima del Monte Pendolo

Questo territorio è infine, molto conosciuto e apprezzato per le sue tradizioni enogastronomiche!

4 – Sant’Agnello

Un’altra città poco conosciuta ma che vale la pena visitare per chi arriva in Penisola Sorrentina è Sant’Agnello. Ebbene, parliamo di un piccolo centro di poco più di 9.000 abitanti, che di fatto si affaccia sul Golfo di Napoli con dei panorami unici. Chi vuole visitare questa città, non può certo perdersi la chiesa dei Santi Prisco e Agnello che si trova nella piazza principale, la piazzetta Marinella che offre una delle più belle vedute sul Golfo di Napoli, nonché la chiesa di San Giuseppe in stile romanico. Da vedere, anche la chiesa dei frati cappuccini, molto piccola e suggestiva. A Sant’Agnello vi sono anche tante ville storiche lussuose come Villa Crawford, Villa Nicolini e strutture ricettive di lusso.

Reggia di Quisisana – Castellammare di Stabia

5 – Castellammare di Stabia

Castellammare di Stabia è una città che si trova nel Golfo di Napoli. Negli ultimi anni sta riscoprendo la sua particolare vena turistica.  A dire il vero, è una città ricca di storia r di tradizioni come ad esempio, quelle delle acque e delle terme. In primis, chi visita Castellammare non può perdersi il Castello Medievale che fu eretto dal duca di Sorrento nel IX secolo per proteggere la Penisola Sorrentina. Oggi appare completamente ristrutturato ed è di proprietà privata: offre una vista spettacolare sul Golfo di Napoli ed è una nota location di eventi e cerimonie. Poi vi sono gli scavi archeologici di Stabia, come i resti dell’antica città di Stabiae, ovvero Villa San Marco e Villa Arianna che si trovano nella zona della passeggiata archeologica di Castellammare. Inoltre vale la pena anche visitare la Reggia di Quisisana, che è una dimora storica che si trova nell’area collinare e risale al 1200. È uno dei più antichi siti Reali della Campania. Inoltre, per gli amanti della natura, è bene sapere Castellammare può essere considerata come la porta di accesso per il Monte Faito che raggiunge quota 1000 metri. È collegato da una funivia che offre  uno scorcio bellissimo su tutto il parco dei Monti Lattari e in particolare, sul Golfo di Napoli.

it_ITItalian