Baia della Regina Giovanna, un suggestivo e spettacolare tuffo nella storia

Baia della Regina Giovanna – A Capo Sorrento, si trova una baia quasi interamente circondata dalla scogliera, collegata al mare solo da un’insenatura nella roccia, un arco naturale da cui passano i raggi solari.  Racchiuse tra le scogliera, le acque color smeraldo di questa baia costituiscono una vera e propria piscina naturale. Oltre alle bellezze naturali, la baia è anche un suggestivo sito archeologico dal momento che nel 2.000 a C. era frequentata dagli antichi romani. Sul promontorio, infatti, si ergono i resti di un’antica villa romana del I sec. a.C. (Villa Pollio Felice, illustre esponente di una nobile famiglia di Pozzuoli) i cui ruderi possono essere visitati raggiungendo la struttura sia da terra che da mare. Stiamo parlando della Baia della Regina Giovanna.

Bagni della Regina Giovanna, un’immersione tra storia e leggenda

La spettacolare baia prende il nome da Giovanna d’Angiò che tra il 1371 ed il 1435, pare amasse trascorrere in questo luogo la sua villeggiatura. Voci di popolo, ma anche numerose fonti storiche riferiscono che la sovrana amasse particolarmente quel posto non solo per le bellezze naturali, ma anche perché quel luogo paradisiaco le offriva la possibilità di incontrarsi ed appartarsi con i suoi numerosi amanti.

Si racconta, infatti, che la regina napoletana amasse intrattenersi nuda in queste acque in compagnia dei suoi giovani amanti. Ma la sovrana non era solo focosa, era anche spietata e come una mantide religiosa, dopo aver dato sfogo alla sua libidine, si liberava dei suoi amanti gettandoli dalla scogliera.

Come raggiungere i Bagni della Regina Giovanna

I Bagni della Regina Giovanna sono raggiungibili via terra percorrendo un sentiero che parte da Capo di Sorrento. Una piacevole passeggiata di circa 15/20 minuti  che conduce ad una scogliera a picco sul mare, dove si ergono i resti dell’antica villa. La baia è raggiungibile attraverso una piccola scalinata.

Il panorama è mozzafiato e il luogo è piuttosto suggestivo, oltre che incantevole, ma occorre procurarsi delle scarpette di gomma, perché dinanzi a quelle acque così cristalline sarà impossibile non immergersi ed il fondale è costituito prevalentemente da ciottoli.

Pur essendo abbastanza appartata la spiaggia, soprattutto in piena estate, accoglie numerosi bagnanti, desiderosi di immergersi in quelle acque fresche e trasparenti e godersi uno dei panorami più belli del golfo, che includono Napoli e le isole Capri, Ischia e Procida.

Naturalmente la baia è raggiungibile anche via mare e se non si dispone di un’imbarcazione privata, esistono diversi tour tra i quali poter scegliere, da quelli adatti agli sportivi che includono l’attività di snorkeling a quelli più romantici come una crociera al tramonto con happy hour.

Pane, Amore e…

Nel 1955, presso la baia della Regina Giovanna sono state girate le scene del film “Pane, Amore e…”.La Baia, infatti, nel film è il luogo dell’incontro clandestino tra Sophia Loren e Vittorio De Sica. Le altre scene del film sono state girate in penisola sorrentina, in particolare a Marina Piccola di Sorrento.

 

Leggi Anche

Massa Lubrense, Festival Internazionale del Giornalismo e del Libro d’inchiesta

Quarta edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e del...

Capri: L’Isola delle Meraviglie…e dei VIP

Situata nel cuore del Golfo di Napoli, l'isola di...

Oplontis, Villa di Poppea, raffinati affreschi e lussuose strutture

Nel cuore pulsante di Torre Annunziata, circondata dai vestigi...

Mettetevi comodi! Il programma della sesta edizione degli Incontri di Valore

Tornano gli Incontri di Valore, la rassegna culturale ideata...

Pompeii Theatrum Mundi 2024. Primo appuntamento 13 giugno

Programmata la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi 2024....